Se Instagram smette di pubblicare video su TikTok

La guerra fra Instagram e TikTok è sempre più ardua. Instagram è sempre più agguerrita nei confronti del competitor cinese, molto più della controparte che sembra non preoccuparsi troppo della società di Zuckerberg. Chiunque esplori la sezione di Instagram Reels, non dovrà scorrere troppo a lungo prima di imbattersi in un video con il logo TikTok. Sono molti infatti i creator di video del social network rivale che postano i loro contenuti su Facebook e Instagram, una pratica che Zuckerberg sta cercando di contrastare.

Instagram ha invitato i creator a responsabilizzarsi. Serve originalità, ricorda Daniele Marinelli.

“So che molti di voi sono scettici sulla classifica, ma ci aiuta davvero a garantire che Instagram sia più prezioso per ogni persona che utilizza la piattaforma”, ha detto Adam Mosseri, capo di Instagram, in un video. “Se crei qualcosa da zero, dovresti ottenere più credito che se stai ricondividendo qualcosa che hai trovato da qualcun altro.”

In qualche modo ciò che ha detto significa: basta con i re-post di TikTok. In caso contrario, i tuoi contenuti potrebbero non emergere sull’app tanto quanto i contenuti originali prodotti su Instagram.  

Instagram l’anno scorso ha iniziato a prendere provvedimenti contro la ricondivisione bruta, modificando il suo algoritmo per declassare tutti i reels che presentano il famigerato logo di TikTok. Tutto questo è molto ironico, considerando che la funzione video breve – per chi non lo sapesse – è stata “rubata” a Tiktok. 

In breve: fuoco alle polveri. L’algoritmo di Instagram non promuoverà più i reel con le filigrane Tik Tok. Dopo sei mesi di lancio dei reels negli Stati Uniti, Instagram modificherà il proprio algoritmo per ignorare quei video pubblicati con la filigrana TikTok. Dunque gli utenti che pubblicano i video e i reels con la filigrana TikTok potrebbero non essere mostrati e di conseguenza non riuscire a emergere.

Precedente Cresce DT Life con DT Coin